26 gennaio 2018

Jasper: l'assistente vocale open source!

Chi possiede uno smartphone è già abituato ad interagire usando la propria voce con un assistente virtuale come Siri, Cortana, Alexa o Google Assistant. Ma Amazon e Google sono andati oltre.

Entrambi questi colossi hanno realizzato degli altoparlanti intelligenti (Amazon Echo e Google Home) che possono essere comandati con la voce per accedere ai servizi offerti tramite i rispettivi assistenti vocali Alexa e Google Assistant.

Certo è molto bello avere in casa un assistente intelligente come il maggiordomo Jarvis di Tony Stark in Iron Man, anche se non siamo ancora a quei livelli di sofisticatezza. Però questi oggetti ascoltano la nostra voce e le nostre conversazioni in continuazione ed essendo il loro codice chiuso non sappiamo esattamente tutte queste informazioni dove vanno a finire e che uso ne potrebbe venir fatto.

Questo però non vuol dire che dobbiamo rinunciare ad usufruire delle comodità offerte da questi assistenti digitali. Infatti esiste la possibilità di avere un nostro assistente vocale il cui codice sia libero ed open source, quindi sotto il nostro controllo: basta usare Jasper.

Si tratta di un project open source che mette a disposizione un assistente virtuale a controllo vocale che gira su Raspberry Pi, il microcomputer che ha dimensioni poco più grandi di una carta di credito e che costa poco.

Tutto quello che occorre avere per realizzare il nostro personalissimo assistente vocale è avere, oltre al su citato Raspberry, un microfono USB, delle casse Jack attive (preamplificate) ed una connessione ad internet.

Sul sito dedicato al progetto si trovano tutte le indicazioni su come procedere alla sua installazione. Ci sono due modalità: una più semplice e veloce per chi non è troppo tecnico e vuole essere subito pronto, una più articolata per chi ha competenze più tecniche.

Quale che sia la strada seguita per rendere operativo il nostro Jasper, una volta pronto potremo usarlo per accedere a tutta una serie di servizi resi disponibili tramite quelli che vengono chiamati "Moduli".

Ce ne sono a disposizione veramente tanti: c'è quello che ci permette di accedere a Google Calendar per gestire i nostri eventi e attività; quello per interagire con il nostro account su Twitter; quello per memorizzare delle note su Evernote; Movies per recuperare informazioni su film; naturalmente quello per accedere alle previsioni meteo e via discorrendo. Un elenco completo può essere trovato sul sito del progetto.

Se non dovessero bastarci i moduli già disponibili possiamo farne richiesta direttamente tramite il sito oppure, se sappiamo programmare in Python, possiamo sviluppare un nostro modulo personalizzato sfruttando le API messe a disposizione. E' questo il bello di usare codice open source!

Quindi se sognate di avere un assistente intelligente come quello di Iron Man e siete rimasti affascinati da Amazon Echo o Google Home ma volete avere voi il controllo allora vi basterà acquistare un Raspberry ed installarvi Jasper.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

0 commenti:

Posta un commento